Michelangelo Lupo

architetto 

RESTAURI

LE TERME DELLA CACCIA DI LEPTIS MAGNA IN LIBIA

RESTAURO DELLE TERME DELLA CACCIA DI LEPTIS MAGNA

Il progetto di restauro delle Terme della Caccia nel sito archeologico di Leptis Magna, in Libia, rientra in un programma d’investimento posto in essere tra il 2006 e il 2014 da Eni Nord Africa, giustificato dalla lunga presenza dell’azienda italiana nei territori libici, che risale al 1959. All’interno dello stesso programma va inserito anche il restauro del Museo di Sabratha, situato in un altro importante sito archeologico del Paese, anch’esso affidato allo studio dell’architetto Lupo. Nell’immagine qui accanto si può vedere il risultato di un primo intervento condotto negli anni ’30, sotto la supervisione dell’allora Soprintendente delle Antichità della Tripolitania Giacomo Guidi, grazie al quale le terme, ormai coperte da uno spesso strato di sabbia per buona parte della loro superficie, furono portate alla luce e restaurate.

DETTAGLI

Progetto di restauro

Commissione: Studio d’architettura Michelangelo Lupo

Committente: Eni Nord Africa, NOC – National Oil corporation, Department of Archaeology of Libya, Università Roma Tre

Date: 2010-2014

Luogo: Leptis Magna, Libia

Foto di Fabian Baroni